Chi Siamo

NEL PARCO AGRICOLO

Alle porte di Milano, all’interno del Parco agricolo Sud, la nostra Comunità monastica benedettina si è insediata nel 1971 in un tipico cascinale lombardo ristrutturato.

San Benedetto vuole che ci guadagniamo da vivere col lavoro delle nostre mani, come recita anche l’antico motto: ora et labora, cioè prega e lavora. I primi decenni del monastero furono segnati principalmente dalla conduzione di un’azienda agricola; ma nel 2004 abbiamo iniziato a cercare qualche altra attività che consentisse di integrare il reddito agricolo diventato insufficiente.

san_benedetto.jpg
cascinazza_neve.jpg
birrificio.gif

IL PRIMO MICRO BIRRIFICIO MONASTICO ITALIANO

Così, dopo aver vagliato diverse opportunità lavorative, è stato realizzato nel 2008 il primo micro birrificio italiano gestito interamente da monaci che ha prodotto la prima birra artigianale monastica del nostro Paese.

Questo tipo di lavoro si pone nel solco di una ricca e antica tradizione che, fin dal medioevo, ha visto molte abbazie, soprattutto del nord Europa, come luoghi importanti di produzione di questa bevanda.

L’AMARO, IL MIELE E L’IDROMELE

Inserendoci sulla scia degli antichi monasteri che hanno visto la realizzazione dei primi orti botanici con piante officinali, abbiamo deciso di intraprendere una nuova avventura e, dal 2015, grazie al prezioso supporto e incoraggiamento di amici enologi e sommelier come di Donato Lanati e Paolo Massobrio, abbiamo messo a punto un amaro digestivo alle erbe, di gradazione alcolica volutamente contenuta ma di grande profilo aromatico.

Ma dentro un fermento di creatività continua, la nostra avventura non si è fermata e così, sono oggi disponibili due nuovi prodotti legati sempre al mondo dell’agricoltura e della natura: il miele e l’idromele (bevanda alcolica a base di miele). E la storia continua…

prodotti.jpg

Search

Questo sito utilizza cookies per garantire le proprie funzionalità ed agevolare la navigazione agli utenti, secondo la privacy, copyright & cookies policy.
Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.